Giuseppe Sena

Laureato nel 1952 presso l'Università degli Studi di Milano, ha conseguito la libera docenza in Diritto Industriale nel 1956.

Iscritto all'Albo degli Avvocati di Milano dal 1954 ed all'Albo speciale della Cassazione dal 1965.

Professore Emerito di Diritto Industriale presso l'Università degli Studi di Milano.

Ha insegnato presso l'Università di Ferrara come Professore incaricato dal 1956 e dal 1963 è stato Professore straordinario e poi Professore ordinario di Diritto Industriale e di Diritto Commerciale, sempre presso l'Università di Ferrara.

Dal 1970 è stato titolare, presso l'Università degli Studi di Milano, della Cattedra di Diritto Industriale.

Autore di diverse monografie in tema di diritto commerciale e industriale (L'interpretazione del brevetto, Milano 1955; Il voto nell'assemblea delle società per azioni, Milano 1961; Il boicottaggio - un aspetto della disciplina della concorrenza, Milano 1970; I diritti sulle invenzioni e sui modelli industriali, Milano 1976, 1984, 1990; I diritti sulle invenzioni e sui modelli di utilità, Milano 2011; Il nuovo diritto dei marchi - marchio nazionale e marchio comunitario, Milano 1994, 1998, 2001, 2007), oltre a numerosissimi articoli pubblicati su riviste italiane e straniere.

E' stato componente di diverse commissioni del Ministero dell'Industria per l'elaborazione delle più importanti riforme della legislazione industrialistica, dei brevetti (1979) prima e dei marchi di impresa (1992) poi, nonché della proprietà industriale in generale (1996 e 2010).
Direttore della Rivista di Diritto Industriale.

Già Direttore della rivista Italian Intellectual Property, da lui fondata.

Presidente onorario di LIDC (Ligue Internationale du Droit de la Concurrence) e Presidente del gruppo italiano.

Presidente e fondatore dell'ISDIR (Istituto di Studi di Diritto Industriale).

Membro di AIPPI (Associazione Internazionale per la Protezione della Proprietà Intellettuale), INDICAM (Istituto centromarca per la lotta alla contraffazione) e LES (Licensing Executives Society).

Chairman e relatore in convegni nazionali ed internazionali.

Lingue di lavoro: italiano, inglese e francese.